Menù
Totti Soccer School

Eventi

Special Cup a Bellinzona, emozioni oltre i confini

Come ogni anno la Special Cup di Bellinzona ha regalato emozioni oltre il campo, oltre i confini. Tanti ragazzi provenienti da ogni parte d'Italia e del Canton Ticino hanno dato vita all'edizione 2013, tutti protagonisti per un fine settimana unico e speciale. Il tutto si è svolto nel migliore dei modi, a cominciare da sabato mattina con il Kids Day, introduzione allo sport per bambini disabili organizzato da Special Olympics.

Il pomeriggio è stato il momento di Maurizio e la pallina rossa, mimo che ha dilettato i bambini presenti con i suoi giochi e che ha fatto da preludio all'arrivo dei grandissimi Drum Theatre, per la prima volta in Ticino e che con il loro ritmo, musica, empatia e simpatia hanno coinvolto e letteralmente stregato il pubblico alle Scuole Medie 2, per più di un'ora senza interruzioni. In contemporanea si è svolta la terza edizione del torneo di calcetto integrato Giochiamo Insieme, con la presenza tra gli altri della squadra del Granconsiglio e della Totti Soccer School e il Torino.

Domenica è stato come sempre il momento della Special Cup, atto conclusivo dell'evento che anche quest'anno ha visto quasi cento atleti di diverse discipline, sportivi d'élite e dello sport adattato tutti insieme e a squadre miste, contendersi il trofeo di calcio, volley e basket. Una serie d'intermezzi di danza classica, hip hop, ritmica, twirling e Break dance, oltre alla presenza della Guggen Bau Band, hanno reso questa giornata semplicemente unica e indimenticabile!

La responsabile del progetto "Diamo un Calcio alla Disabilità", Enrica Nisi, parla della bella accoglienza e dell'evento: "La Special Cup è una manifestazione cui partecipiamo sempre molto volentieri, ha in sé contenuti veri e puri, che insegnano a vivere e socializzare. I ragazzi, oltre a divertirsi, si sono cimentati con nuovi amici nel calcio, basket, volley, vivendo in maniera intensa ogni proposta degli organizzatori, ogni momento con grande partecipazione, e dimostrando di essere cresciuti sotto tutti i punti di vista sia a livello "calcistico" sia motorio, nelle autonomie e nella competenza sociale. Si è respirato un bello spirito di squadra, un'atmosfera fantastica, ottima come sempre l'organizzazione e l'ospitalità".