Menù
Totti Soccer School

Notizie

Guarda tutti i risultati

Carlo Sorbara. "Buona stagione, ma vogliamo vincere con l'agonistica"

Parla il DG della Totti Soccer School a poche settimane dalla chiusura della stagione sportiva

Mancano poche settimane al termine della stagione sportiva in corso, domani si svolgerà infatti la festa di chiusura con tanti giochi e sorprese, ed è tempo di bilanci in casa Totti Soccer School. Il Direttore Generale Carlo Sorbara tira le somme su risultati e aspettative.

Come possiamo ritenere questa stagione?

Direi sufficiente per quello che abbiamo prodotto e i risultati ottenuti con il settore agonistico. Con gli Allievi abbiamo ottenuto la salvezza, mettendo molto del nostro in senso positivo soprattutto con gli Allievi Regionali Elite di mister Castagna, vincendo uno scontro finale importante con il Sanza, un'ottima partita, devo per questo fare i complimenti ai ragazzi e al mister. Bravi a rialzare la testa.

Le cose sono andate meno bene dove?

Con i Giovanissimi, soprattutto con l'Elite Fascia B dove un po' per sfortuna, un po' per inesperienza nostra, abbiamo perso le ultime due partite chiave, ci si aspettava decisamente qualcosa in più, soprattutto in casa. Il cambiamento di allenatore ha influito, rimane sicuramente l'amarezza. Siamo comunque pronti a ricominciare per ritornare tra gli Elite.

Di un altro passo e prospettiva la Juniores

È stata un'ottima stagione, ci è mancata la ciliegina sulla torta. Ovvero vincere la partita più importante per fare il salto di categoria, dalla Primavera ai Regionali. Dopo una regular season fantastica, terminata con 14 punti di distacco non ci siamo poi ripetuti in finale. Alcuni comportamenti a livello disciplinare non mi sono piaciuti, ci siamo innervositi troppo, Fonte Meravigliosa ha dimostrato più maturità, abbiamo sbagliato gara. Un plauso comunque ai ragazzi e al mister per la stagione. Anche qui siamo pronti ad allestire una squadra che possa ambire a vincere il campionato, in attesa di un possibile ripescaggio, siamo speranzosi.

Per quanto riguarda i vari tecnici e gli staff cambierà qualcosa?

Cambierà molto, a partire dal nuovo responsabile dell'agonistica che sarà Rino Finelli, che tornerà con noi e sarà coadiuvato dalla figura di un coordinatore tecnico Daniele Cataloni, figura ormai nota sul territorio lidense . Un grazie di cuore per questi anni a Roberto Ponziani, che ha svolto questo ruolo al massimo, dando una grande mano alla società. Ponziani ha deciso di rimettersi i pantaloncini e tornare in panchina, guiderà i 2002, futuri Giovanissimi Regionali.

A cosa si dovrà puntare nella prossima stagione?

A vincere. Al di là di quelle che possono essere alcune chiacchiere, noi vogliamo vincere nell'agonistica, un settore cui teniamo molto. In questi ultimi anni abbiamo perso pezzi importanti nelle varie rose, dobbiamo per questo migliorare. Stiamo allestendo in questi giorni tutti i gruppi per vincere i rispettivi campionati, stiamo facendo delle valutazioni con i vari tecnici. A inizio luglio organizzeremo dei raduni. Tutti lavoreranno al massimo.

Quali sono?

Nicola Castagna allenerà i 2000 (Allievi Regionali Elite), Roberto Di Noia, che tornerà con piacere con noi dopo una parentesi fuori, guiderà i 2001 (Allievi Regionali Fascia B). Un tecnico molto esperto come Valter Casaroli allenerà i 2003 (Giovanissimi Regionali Fascia B). La Juniores sarà affidata ancora a Stefano Urbinati, mentre Michele Testa allenerà i 2004 con la categoria Giovanissimi Provinciali Fascia B sotto età. Un grazie sia per la disponibilità, sia per il campionato svolto e vinto a Massimo Neroni che tornerà alla scuola calcio solo per impossibilità a seguire alcuni gruppi per motivi lavorativi. Si è dimostrato all'altezza, nonostante l'inesperienza ed è per noi una garanzia nel lavorare con gruppi di età inferiore.

E per quanto riguarda la scuola calcio?

Cercheremo di lavorare al meglio anche tra i più piccoli sulla suddivisione dei gruppi per capacità. Lavorando in un certo modo abbiamo visto che in prospettiva si possono avere dei risultati in termini di maturità calcistica per l'agonistica. Avere un gruppo squadra predisposto può offrire più prontezza, coesione, impegno al sacrificio, tutto questo lavorando molto con istruttori e un progetto tecnico-didattico appropriato, che si possa applicare a un metodo "scientifico-pratico" scritto. Siamo molto contenti per la partecipazione ai vari tornei fuori sede, e dell'impegno che hanno messo i vari dirigenti accompagnatori. A loro va il nostro ringraziamento per la dedizione, il tempo, la passione e la professionalità che hanno messo al servizio della società, anche in un'ottica di crescita del ragazzo.

Chi ti senti di ringraziare?

Ovviamente in primis al Presidente Riccardo, che mi da sempre la massima fiducia per il lavoro da svolgere, ed a tutti coloro che hanno dato vita a questa stagione, dalla segreteria, ai dirigenti, ai mister ed istruttori, fino al magazziniere. Tutti quanti per la loro presenza, una mansione particolare per Luca Giovampietro che, al di là degli aspetti burocratici e federali, ha svolto un lavoro capillare su ruoli e mansioni, che cercheremo di migliorare ancora per gli iscritti.