Menù
Totti Soccer School

Notizie

Guarda tutti i risultati

Grazie Salvatore

Lettera della società per un grande dirigente e uomo straordinario

LA SOCIETA' IN OCCASIONE DEI FUNERALI DI SALVATORE GENTILE CHE SI SONO CELEBRATI MERCOLEDI' 6 GIUGNO HA VOLUTO SCRIVERE UNA LETTERA IN RICORDO DI UN GRANDE DIRIGENTE E DI UN UOMO STRAORDINARIO, PAROLE SPONTANEE E RICCHE DI PATHOS. 

Caro amico nostro, pieno di energia, lavoratore instancabile dal sorriso sempre presente, avresti fatto di tutto e di più per ognuno di noi, generoso all'inverosimile. Ci hai insegnato tantissimo e altro avresti potuto ancora fare. Avevi pensieri gentili per tutti e una sensibilità enorme nel ricordarti sempre le date importanti: non passava mai una festa della donna senza il tuo rametto di mimosa per le donne della Totti, né un Natale senza il tuo pensierino per tutti e a Pasqua la tua campanellina portafortuna arrivava immancabile e puntuale.

Quante giornate passate a bordo campo a seguire le partite e quando ti chiedevamo "quanto manca alla fine?", la risposta era: "sempre 4 minuti" e lì tutti a ridere. Erano sempre 4 minuti. Con il tuo amico/fratello Saverio eravate una macchietta, vi prendevate in giro, ma quanto bene vi volevate.

Aspettavi sempre i ragazzi all'uscita del campo per battergli il 5, sempre un incoraggiamento, la parola giusta al momento giusto. Per te erano tutti belli e bravi. Il tuo sorriso era contagioso e dava allegrezza all'anima.

Sei stato amico, confidente, fratello, mai hai dubitato della nostra parola e mai hai contravvenuto alla lealtà che ti ha sempre contraddistinto. Nessuno avrebbe mai immaginato di vederci riunirci qui, in questa chiesa per dirti addio.

Mai avremmo voluto ricevere quella telefonata alle 9 di mattina, mai avremmo voluto affrontare questa giornata, ma tu ci hai insegnato sempre a sorridere e con il sorriso affrontiamo questo triste giorno.

Quando una persona ci lascia, quando non è più qui e non possiamo più toccarla o sentire la sua voce... sembra scomparsa per sempre. Ma un affetto sincero non morirà mai. Il ricordo delle persone che ci sono state care vivrà per sempre nei nostri cuori: più forte di qualsiasi abbraccio, più importante di qualsiasi parola.

Grazie Salvatore